心身統一合氣道      Associazione Ticinese Ki Aikido

I praticanti di Aikido generalmente valutano i progressi raggiunti tramite l'avanzamento in una serie di "gradi" (KYU, cinture bianche oppure colorate), seguito da un'altra serie di "gradi" (DAN, cinture nere), nel rispetto delle procedure di esami formali.

Oltre agli esami tecnici previste dall' Aikido, esistono nel Ki Aikido anche esami di Ki, che servono al progresso della coordinazione fra mente e corpo.

A Balerna non utilizziamo semplicemente la cintura bianca e la cintura nera, ma anche cinture colorate per distinguere i gradi dei praticanti e per differenziare i gradi inferiori e superiori.


I requisiti d'esami si trovano sulle pagine ESAMI KYU ed ESAMI DAN.


TSUZUKIWAZA 続技      HITORIWAZA 独人技      KUMIWAZA 組み技

Si comincia a praticare le tecniche di Aikido con un partner fin dall’inizio.

Questo è un modo giusto per cominciare perché cosi le relazioni umane diventano importanti come le tecniche stesse. Altre arti marziali cominciano l’apprendimento delle tecniche trascurando le relazioni umane. Quando uno vuole solamente praticare delle tecniche, di solito pratica da solo o con dei materiali.

Molti maestri cinesi di Kungfu praticavano le loro tecniche contro bambole di legno o contro tavole di legno. Un altro modo di praticare delle tecniche senza relazione umana è praticare una tecnica con un partner che non reagisce: in questo modo il partner viene usato come fosse un qualunque materiale. Anche se in alcuni sport si praticano spesso tecniche contro un partner che resiste, non esistono pressoché relazioni umane quando si cerca di resistere sempre.

Quando pratica le tecniche senza una relazione umana, uno può fare di se stesso un' arma o un robot.
Inconsciamente considera che il proprio pensiero debba controllare il corpo e lottare nello stesso modo con cui si usa una pistola o come un governo che usa le armi e i servizi segreti per vincere una guerra. Se applichiamo armi materiali alla vita umana, queste determineranno il destino dell’essere umano.

La via della pratica dell’Aikido considera l’umanità come base del mondo.


Kumiwaza

I praticanti della maggior parte delle arti marziali o degli sport iniziano la pratica individuale di tecniche. Essendo difficile praticare da soli, si usa un supporto come se fosse un partner. Spesso vengono usati punch ball (sacchi) o dei manichini. Così facendo, nel momento in cui si pratica con altre persone, queste vengono trattate come materiale senza alcuna relazione umana.

E’ comunque impossibile praticare le tecniche d’Aikido utilizzando dei supporti materiali come se fossero dei partner. L’Aikido è un' arte per la pratica di coppia fin dall’inizio, in modo che un principiante si trovi subito ad affrontare le difficoltà delle relazioni umane. Le tecniche di Aikido non sono fatte per essere applicate a materiali ma sono parte delle relazioni umane nella vita reale. Queste sono chiamate Kumiwaza. Kumi (組) in giapponese significa coppia e waza (技) tecnica.

Così la pratica dell’Aikido comincia con Kumiwaza.

Hitoriwaza

Per imparare movimenti precisi, è conveniente praticarli da soli. Praticare da soli è definito Hitoriwaza. Hitori (独人) significa solo. Hitoriwaza aiuta a capire Kumiwaza. La pratica di Hitoriwaza con un partner senza relazione (umana) non è Kumiwaza.

Così come nella vita in famiglia, nonostante le relazioni umane cambiano sovente continuiamo a vivere ogni situazione, Kumiwaza è la pratica di tecniche in differenti situazioni di relazione di una coppia. Quando non c’è una reale relazione, una tecnica diventa Hitoriwaza. Nel Hitoriwaza ci sono gruppi predefiniti di esercizi di Aikido ed esercizi per la salute.

Tsuzukiwaza

Dopo aver imparato molti Kumiwaza, occorre imparare come eseguire tecniche differenti, una dopo l’altra. Questo modo di praticare permette di comprendere la relazione e il significato delle tecniche. Un gruppo di tecniche per praticare in questo modo è definito Tsuzukiwaza. Tsuzuki (続) significa continuità e waza significa tecniche. Un gruppo di tecniche deve creare un' armoniosa continuità.

Gli Tsuzukiwaza devono essere armoniosi e facili da ricordare. Dopo la pratica di Kumiwaza e Tsuzukiwaza con l’aiuto di Hitoriwaza, si può raggiungere un alto livello tecnico di Aikido. Questo è il livello di 3° Dan. In seguito tutte le tecniche diventano un unico movimento e si comprende che tutto è collegato all’intero Universo. È possibile unificare Kumiwaza e Tsuzukiwaza con la propria vita.

Si possono eseguire tutti i movimenti da soli mantenendo una relazione con l’Universo. Questo diventa di nuovo Hitoriwaza. Ecco perchè Hitoriwaza è nel programma di esame di 4° Dan. L’ordine di esecuzione di ogni Tsuzukiwaza può cambiare a seconda dell’armoniosità.

Ciò è valido anche per gli esami di Aikido. Ci sono diverse tecniche che devono essere eseguite in modo continuativo, come uno Tsuzukiwaza. In questo caso l’esaminatore può creare un ordine armonioso in modo che l’esaminato possa eseguire meglio le tecniche. L’ordine nel programma d’esame è solo un esempio. Ogni esaminatore è libero di creare un ordine che sia armonioso e che sia d’aiuto all’esaminato.

(secondo un testo di Yoshigasaki Sensei)
 

2006 Herzogenhorn